VENDESI A MONTESCUDO-MONTECOLOMBO

Villa bifamiliare indipendente in posizione panoramica vista mare, composta da un appartamento al piano terra al grezzo, un appartamento al piano primo con ripostigli nel sottotetto e due autorimesse doppie al piano seminterrato, terreno adiacente con alberi da frutto e ulivi di circa 8.000 mq.

 

Pubblicato in Immobili in vendita

VENDESI Casa colonica da ristrutturare in zona collinare vista mare con ampia metratura e con terreno adiacente di circa 2.000 mq. Classe energetica in elaborazione.

Pubblicato in Immobili in vendita

VENDESI Villa Indipendente bifamilare a 500 metri dal mare, in ottimo stato sia internamente che esternamente, con ampia area esterna ad uso parco alberato.

 
Pubblicato in Immobili in vendita

"Dal mercato del mattone stanno arrivando segnali tutto sommato positivi e incoraggianti che riguardano in particolar modo la vendita di immobli di nuova fabbricazione o usati recenti.

In tal senso abbiamo registrato nell'ultimo periodo un incremento dei prezzi che va dal 3% al 5% segno di un rinato interesse da parte delle famiglie, desiderose di trasfersi in una casa più grande o di investire in una fonte di reddito attraverso affitti non più di durata annuale, ma mensile o settimanale..

Pubblicato in News dal Web

La ripresa del mercato immobiliare c’è, ma è difficile pensare di poter tornare ai livelli pre-crisi.

Lo spiega Luciangela Paiano della Federazione Agenti Immobiliari di Rimini, reduce dalla riunione della commissione OMI – Agenzia delle Entrate. Nel 2016 le transazioni in provincia di Rimini sono state 2.750, con un + 20% in linea col dato regionale. Nel comune capoluogo si sono attestate a quota 1.198,+14%.

Un trend positivo che trova conferma anche nel primo semestre del 2017. A dare una mano alla ripresa, il calo dei prezzi delle abitazioni che nel 2016 si è attestato intorno al 3% in media ma con picchi verso il basso, dall’inizio della crisi, decisamente più marcati nelle periferie.

 

Pubblicato in News dal Web

Non tramonta il sentimento d’amore degli italiani nei confronti della casa e a dimostrarlo ci sono i risultati dell’ultimo sondaggio di Immobiliare.it che ha chiesto a un campione di 10mila utenti in che cosa investirebbero se potessero lasciare qualcosa ai figli.

Per metà degli italiani la casa è la risposta. 

Il 51,7% dei rispondenti ha dichiarato che, fra le opzioni suggerite, quello in cui investirebbero per i propri eredi è un immobile. Questo vuol dire che oltre metà degli italiani vede ancora la casa come il bene più prezioso da tramandare, ma indica anche che per l’altra parte di chi ha risposto non è così. Se l’amore per gli immobili non sembra tramontare, di certo il sentimento sta cominciando a scricchiolare se consideriamo che alla stessa domanda, in un sondaggio del 2006, ben il 60% dei rispondenti aveva indicato la casa. In fondo erano anni, quelli precedenti alla crisi, in cui i prezzi degli immobili continuavano a crescere, la domanda rimaneva costantemente a livelli sostenuti e la casa era davvero il bene rifugio per eccellenza.

Guardando al dettaglio di chi acquisterebbe una casa per i figli, non si sono riscontrate grandi differenze fra le diverse fasce d’età o le diverse regioni di residenza. Le uniche percentuali più elevate, seppur di poco, di chi comprerebbe un immobile sono quelle rilevate fra chi vive al Sud (54,38%) e fra chi ha più di 60 anni (58,23%).

Chi ha risposto al sondaggio dichiarando che ciò che lascerebbe ai figli è una casa, ha detto di pensarla in questo modo in quanto l’immobile è l’unico bene durevole da poter tramandare (41,65%). Oltre il 29%, invece, non ha fiducia nel futuro dei giovani e comprerebbe una casa per loro convinto del fatto che da grandi non saranno in grado di farlo da soli. Per il 18% la ragione va ricercata nella concezione dell’affitto come uno “spreco di soldi” che vorrebbero risparmiare ai loro figli, soprattutto se guardiamo alle regioni del Sud, dove questa percentuale è arrivata al 21%. Ciò indica che nel Meridione la locazione non è ancora concepita come alternativa alla vendita, nonostante i trend positivi,  ma è considerata un vero e proprio ripiego.

 

 

Pubblicato in News dal Web

Meglio quello fisso oppure quello variabile? Per chi compra diventa conveniente la nuova opzione.

Dopo un lungo periodo in cui i mutui a tasso fisso (grazie alle percentuali di interesse ai minimi storici ) hanno rappresentato la prima scelta per chi ha acquistato casa tramite finanziamenti, ora il vento potrebbe cambiare.

 

Pubblicato in News dal Web

 

Il mercato i

Fiaip, la ripresa del mercato immobiliare c'è ma è ancora lenta /Video

mmobiliare è certamente in ripresa, ma ancora lontano dai livelli pre-crisi. Lo sottolinea laFiaip, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, in occasione dei 40 anni dalla sua costituzione, e ne approfitta per confrontarsi con gli operatori del settore, le associazioni, le istituzioni e il mondo creditizio. Al centro del confronto il futuro della categoria e del mercato immobiliare tra sharing economy e disintermediazione. ''Il mercato è in ripresa dal punto di vista delle compravendite -spiega Paolo Righi, presidente di Fiaip- ma dobbiamo ricordare che agli attuali segni positivi fanno da contro altare tanti segnali negativi registrati in questi ultimi otto anni.Questa ripresa è dovuta alle banche che hanno allentato i cordoni della borsa, gli spread sono molto bassi. C'è una voglia di casa negli italiani che non si è mai sopita''.Per cavalcare questa leggera ripresa, se non un rimbalzo tecnico -continua Righi- riteniamo cheil governo debba fare uno sforzo maggiore e cioè restituire redditività a chi investe nell'immobiliare. La tassazione immobiliare nel suo complesso è ancora troppo alta; ci auguriamo che il governo voglia raccogliere quelle proposte che le associazioni del 'real estate' hanno fatto e mettere in moto un ciclo virtuoso per il settore anticiclico per eccellenza come l'immobiliare''.

 

FIAIP: LA RIPRESA DEL MERCATO IMMOBILIARE C'E' MA E' ANCORA LENTA

Il mercato immobiliare è certamente in ripresa, ma ancora lontano dai livelli pre-crisi. Lo sottolinea la Fiaip, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, in occasione dei 40 anni dalla sua costituzione, e ne approfitta per confrontarsi con gli operatori del settore, le associazioni, le istituzioni e il mondo creditizio. Al centro del confronto il futuro della categoria e del mercato immobiliare tra sharing economy e disintermediazione.

''Il mercato è in ripresa dal punto di vista delle compravendite - spiega Paolo Righi, presidente di Fiaip- ma dobbiamo ricordare che agli attuali segni positivi fanno da contro altare tanti segnali negativi registrati in questi ultimi otto anni. Questa ripresa è dovuta alle banche che hanno allentato i cordoni della borsa, gli spread sono molto bassi.

C'è una voglia di casa negli italiani che non si è mai sopita''.

''Per cavalcare questa leggera ripresa, se non un rimbalzo tecnico -

continua Righi- riteniamo che il governo debba fare uno sforzo maggiore e cioè restituire redditività a chi investe nell'immobiliare. La tassazione immobiliare nel suo complesso è ancora troppo alta; ci auguriamo che il governo voglia raccogliere quelle proposte che le associazioni del 'real estate' hanno fatto e mettere in moto un ciclo virtuoso per il settore anticiclico per eccellenza come l'immobiliare''.

Righi, poi, aggiunge che ''comprendiamo bene il momento critico, anche perchè aumenta il debito pubblico e la crescita per il 2017 non sarà alta, ma siamo convinti della necessità di abbassare la pressione fiscale sul settore. Non ci interessano i nomi delle tasse, in questa finanziaria abbiamo chiesto agevolazioni per le permute per i costruttori e quindi chi ha un appartamento usato e ne vuole acquistare uno nuovo deve essere agevolato. Inoltre abbiamo richiesto il rilancio degli affitti sia delle case che commerciali''.

“Come associazione di categoria siamo quotidianamente chiamati a supportare molte attività nella via del cambiamento vertiginoso per rilanciare il mercato immobiliare, e cambiare noi stessi per garantire servizi immobiliari di alta qualità sempre più adeguati alle esigenze della clientela italiana e straniera.Nel contempo, dopo 40 di storia associativa – aggiunge Righi- intendiamo rilanciare alle istituzioni e agli stakeholders del mercato il nostro protagonismo sulle tematiche legate alla crescita e allo sviluppo dell’economia, del real estate e delle città, alla loro riqualificazione, alla promozione e alla crescita del loro tessuto economico”.

Pubblicato in News dal Web

Il 21 settembre in 5 città italiane notai e 13 Associazioni dei Consumatori - Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori – saranno presenti per offrire informazioni ai cittadini su tutto ciò che è necessario fare per acquistare la casa in sicurezza. Da cosa bisogna verificare per un acquisto sicuro a come pagare.

Pubblicato in News dal Web

Perchè sceglierci

Ricerca

Ricerca mirata di unità abitative, aree edificabili, spazi commerciali e industriali

Esperienza

Consolidata conoscenza del territorio e pluriennale esperienza nel settore dell'intermediazione immobiliare

Ampia disponibilità

Ampia disponibilità di soluzioni immobiliari anche grazie a collaborazioni con professionisti locali del settore

Vendita

Assistenza globale nell'intermediazione per la vendita, l'acquisto e la locazione di immobili residenziali, commerciali e industriali

Consulenze

Stesura di contratti preliminari, perizie, consulenze e valutazioni professionali

Assistenza al cliente

Assistenza al cliente dalla individuazione del singolo investimento immobiliare alla stipula dell'Atto notarile

Contattaci per informazioni

CASA LANZI di Lanzi Alvaro - Viale Tripoli, 70 - 47923 Rimini (RN) - Tel: 0541 787871 - Fax: 0541 787855 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA 03189450400 - Iscrizione REA CCIAA di Rimini al n. 281478

Informativa Privacy e Cookies

Powered by Link Informatica Web Agency  login